Attività didattiche

In questa sezione condividiamo materiali, proposte ed attività che abbiamo creato, in collaborazione con la toy designer Roberta Martinucci, durante il primo periodo di didattica a distanza (primavera 2020), adatte per bambini dai 3 ai 13 anni. Le stesse attività possono essere proposte anche per una didattica in presenza o sfruttate come attività ludiche, in un contesto non prettamente scolastico.

Giochi da tavolo

Molti giochi da tavolo già da soli sono ottimi strumenti per lavorare sulle strategie risolutive di un problema. La comprensione delle regole di un gioco nuovo sono quindi un ottimo esercizio di comprensione e di modellizzazione. Qui vogliamo proporvi alcuni giochi che vertono su nodi concettuali della matematica dove bambine, bambini ed adulti possono ripassare nuovi e vecchi concetti, ovviamente divertendosi.

Operazione Lumaca

9 = 3 + 6 = 5 x 2 -1 Riuscite a trovare un altro modo per costruire il numero 9?

Memory delle linee

Aperta o chiusa, semplice o intrecciata, curva o spezzata… Ma sapete riconoscere (e ricordare) tutte queste linee? Non resta allora che affrontare questa sfida!

I solidi noti

Quanti oggetti riesci a trovare nella tua casa che hanno la forma di un cubo? E che rotolano? Cerchiamo la geometria nella nostra casa.

“Raccontare la matematica”

Di seguito riportiamo alcuni materiali presentati durante l’incontro di formazione del 3 aprile 2020, svoltosi online con insegnanti delle scuole primarie.

Storie interrotte

Una storia si interrompe… Ora tocca a voi andare avanti.

L’attività “Promosso più due” è adatta alle prime classi della scuola primaria e chiede di completare una storia giocando con la fantasia e le operazioni.

L’attività “La strada a mattoni gialli” è rivolta ai ragazzi delle ultime classi della scuola primaria e alla scuola secondaria di primo grado. Il racconto si interrompe proprio quando la protagonista ha l’idea per risolvere il problema. Ai ragazzi viene chiesto di utilizzare la matematica per aiutare la protagonista a raggiungere il suo obiettivo.

Racconta un problema

Linguaggio e pensiero, come è noto, vanno di pari passo; e dunque anche linguaggio e logica: non c’è pensiero matematico che si costruisca a prescindere dal linguaggio e non c’è linguaggio che possa esprimersi senza una certa logica.
[S. Fornara, S. Sbaragli]

Racconto, fumetto, disegno, video… Sono solo alcuni strumenti che possiamo utilizzare per chiedere ai bambini di raccontare la risoluzione di un problema. Di seguito alcuni esempi (è lo stesso problema riformulato per alcune classi della scuola primaria).

Solitari con la matematica

Quadrati magici, stelle magiche e labirinti sono sfide matematiche da affrontare da soli (o anche in compagnia, perché no) per divertirsi e ripassare, giocando, le operazioni.

Stappiamo i numeri!

Riesci a disporre i tappi numerati in modo che la somma sia quella indicata? Prova qui con altri schemi di gioco.

Labirinti matematici

Conosci solo la porta d’ingresso e quella di uscita: riuscirai ad uscire dal nostro labirinto?